Risarcimento fino a 600 € per imbarco negato

Risarcimento fino a 600 € per imbarco negato

Il risarcimento può essere di qualsiasi importo fino a 600 euro per persona

Tutti sanno quanto sia frustrante dover essere costretti a gestire il ritardo di un volo soprattutto quando si è in viaggio d’affari o si ha bisogno di raggiungere un appuntamento.

Un imbarco negato non solo farà perdere tempo al passeggero, ma causerà anche disagi.

La buona notizia è che in caso di negato imbarco, è possibile richiedere tra 250 e 600 € a titolo di risarcimento ai sensi della EU 261 a seconda della distanza del volo.

Tuttavia, il passeggero del volo aereo non può essere risarcito per l’imbarco negato sui voli UE se il passeggero non ha effettuato il check-in in tempo, non ha raggiunto i gate in tempo, o rappresenta un problema per la salute o la sicurezza o non ha presentato i documenti di viaggio necessari.

Risarcimento per imbarco negato

Risarcimento per imbarco negato

Se sei arrivato in tempo al banco del check-in, ma ti è stato negato l’imbarco, è possibile che il tuo volo sia in overbooking a causa dell’interesse personale della compagnia aerea.

Quando arrivi a destinazione con più di tre ore di ritardo, senza un motivo soddisfacente fornito dalla compagnia aerea sul motivo per cui ti è stato negato l’imbarco, puoi presentare una richiesta di risarcimento.

Chi lo sa può avere diritto al risarcimento finanziario secondo il regolamento 261/2004.

Per poter beneficiare di questo compenso, non devi accettare di tua volontà o rinunciare alla tua prenotazione in cambio di alcuni benefici offerti dalla compagnia aerea.
Ci sono altre situazioni in cui al passeggero può essere negato l’imbarco e non ha diritto al risarcimento.

Queste situazioni includono problemi di salute, documenti di viaggio incompleti, comportamenti in stato d’ebrezza e ragioni di sicurezza

 

Imbarco negato eu261

Imbarco negato eu261